Partiti da Bussoleno gli attivisti verso il cantiere di San Didero

(LaPresse) Attivisti No Tav in marcia sabato pomeriggio in Val di Susa. “Siamo in 20mila”, annunciano gli organizzatori della manifestazione partita da Bussoleno e diretta verso l’ultimo cantiere dell’Alta Velocità Torino-Lione aperto, quello di San Didero.

I sindaci della Val di Susa e il movimento No-Tav si sono trovati nella piazza del mercato di Bussoleno per protestare contro il nuovo autoporto dell’A32, che sorgerà a margine dei lavori della Torino-Lione a San Didiero. Obiettivo della mobilitazione è chiedere l’interruzione dell’opera, considerata inutile e dannosa dal punto di vista ambientale per la Val Susa.

Per gli organizzatori 20mila in marcia, 4mila presenti secondo la Questura di Torino

“Quella di oggi è una manifestazione molto molto partecipata e soprattutto, dato ancora più importante, ci sono molto giovani che hanno preso il testimone delle battaglie ambientali che stiamo portando avanti ormai da 30 anni. Istanze che la politica in tutti questi anni non ha saputo ne ha voluto cogliere”, ha osservato Giovanni Vighetti, storico esponente del movimento No Tav, parlando con LaPresse. C’è chi tra gli organizzatori ha parlato di 20mila partecipanti. Molto più contenuto il numero dei partecipanti indicato dalla Questura di Torino, che all’avvio della manifestazione indica la presenza di circa 4mila partecipanti.

 

Guarda anche: No Tav, vigili del fuoco per liberare manifestanti incatenati a San Didero

Leggi anche: No Tav, esce dal carcere Dana Lauriola

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata