Operazione della Digos: gli indagati interdetti dal pubblico esercizio

Stamani, la Digos della questura di Reggio Calabria, coordinata dalla locale procura della Repubblica, sta dando esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa a carico di sei persone indagate, a vario titolo, per ipotesi di alterazione del voto, falsità ideologica in atto pubblico ed abuso d’ufficio. L’indagine riguarda i presunti brogli elettorali rilevati in occasione delle elezioni amministrative per il Comune di Reggio nel settembre 2020. Il gip del tribunale di Reggio Calabria, accogliendo le richieste della procura della Repubblica che coordina le indagini, ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari per cinque indagati, mentre in un caso la misura interdittiva della sospensione dal pubblico esercizio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata