La donna avrebbe cercato di difendere il compagno con il proprio corpo

Si chiamava Sonia Di Maggio, la 29enne di Rimini uccisa a coltellate ieri sera a Specchia Gallone, frazione del comune di Minervino, in provincia di Lecce.

A quanto si apprende, l’ex fidanzato, Salvatore Carfora, 39 anni, originario di Torre Annunziata, in provincia di Napoli, è stato rintracciato questa mattina nei pressi della stazione di Otranto ed è stato arrestato per il femminicidio.

Stando alla ricostruzione degli investigatori, l’uomo ha raggiunto la 29enne nella frazione che conta poco meno di 500 abitanti e dopo averla vista in strada assieme al nuovo compagno, l’ha aggredita alle spalle e poi l’ha accoltellata alla gola. La donna avrebbe cercato di difendere il compagno con il proprio corpo.

Il coltello non è stato trovato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata