Diverse persone in manette: sgominati due gruppi di malviventi di origini rumene e albanesi

(LaPresse) Maxioperazione contro lo sfruttamento della prostituzione a Torino. La Squadra Mobile ha eseguito ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal Tribunale del capoluogo piemontese su richiesta della Procura della Repubblica, a carico degli appartenenti a due distinti gruppi di malviventi di origini romene ed albanesi. Secondo le indagini, iniziate nel 2018, i due gruppi avevano diviso il territorio cittadino per il controllo di vie e appartamenti dove costringevano le donne a prostituirsi. Molte di loro, provenienti dall’Est Europa, venivano convinte ad arrivare a Torino con la scusa di matrimoni e ricatti affettivi e poi costrette a prostituirsi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata