L'opera era stata trafugata dalla basilica di San Domenico Maggiore: fermato il proprietario dell'abitazione, accusato di ricettazione

Gli agenti della sezione reati contro il patrimonio della squadra mobile di Napoli, durante un’attività d’indagine, hanno ritrovato, nascosto in una camera di un appartamento di via Strada Provinciale delle Brecce, il ‘Salvator Mundi’, dipinto di scuola leonardesca risalente al XV secolo, che fa parte di una collezione custodita presso il museo ‘Doma’ della basilica di San Domenico Maggiore a Napoli e collocato nella cappella Muscettola da cui era stato trafugato. Il proprietario dell’appartamento, un napoletano di 36 anni, rintracciato poco distante dall’abitazione, è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per ricettazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata