Due denunciati per detenzione e vendita illegale, il materiale era nascosto in un sottoscala

(LaPresse) I finanzieri del Comando provinciale di Messina, hanno sequestrato 318 kg di fuochi d’artificio detenuti illegalmente e posti in vendita. Due le persone denunciate per detenzione e commercio abusivo di materiale esplodente. Il materiale era nascosto in un sottoscala di una palazzina di case popolari, a Messina, già nota alle cronache per la presenza di una delle principali baraccopoli della città. Numerose le scatole contenenti circa 8mila articoli pirotecnici, la maggior parte di origine cinese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata