Durante la perquisizione ritrovati anche contanti e materiale per il confezionamento

Sono 19 gli arresti per droga eseguiti dalla polizia nell’ultima settimana a Milano. Le operazioni hanno interessato varie zone della città tra cui Corvetto, via Padova, corso Buenos Aires e Città Studi, Rogoredo e Quarto Oggiaro. Grazie alle diverse perquisizioni, sono stati sequestrate 11 dosi di cocaina, da 6 grammi totali, che erano state nasoste in un cassetto del soggiorno di un’abitazione e pronte per la vendita, oltre ad un ulteriore sacchetto con 27 grammi di cocaina. Le forze dell’ordine hanno torvato anche materiali per il confezionamento e 3.700 euro in contanti, provento dell’illecita attività. L’arrestato, un 33enne con precedenti specifici, è stato processato per direttissima e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

Nella stessa giornata, dopo diversi servizi e appostamenti, i poliziotti hanno controllato un 34enne italiano, segnalato come dedito allo spaccio. Il controllo è cominciato all’interno di un bar tabacchi in zona Città Studi dove l’uomo lavorava insieme al padre. Nel corso di questo controllo è stato trovato in possesso di due mazzi di chiavi, una delle quali riconducibile adun abitazione poco distante dove lo stesso ha dichiarato di avere in uso una camera. La perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire 130 grammi di hashish, 800 grammi di marijuana, 1.800 euro in contanti, bilancini di precisione e materiali per il confezionamento. Del secondo mazzo di chiavi la persona ha fornito inizialmente indicazioni vaghe con il fine di sviare gli agenti. Tuttavia, dopo accurati accertamenti, è stato appurato che le chiavi erano riconducibili a un’abitazione in zona Lambrate al cui interno si trovava un altro 33enne.

La perquisizione domiciliare, infinem ha permesso di sequestrare 200 grammi di marijuana sfusa e pronta per la vendita e una serra con 27 piante di marijuana in fioritura, con tanto di impianto di illuminazione ed areazione. All’interno dell’appartamento è stato trovato un contratto di affitto intestato ad entrambi: i due italiani, che avevano quindi la piena disponibilità dell’immobile adibito a serra per la coltivazione e produzione domestica di marijuana, sono stati arrestati e condotti nel carcere di San Vittore.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata