Il lavoro 'nero' conta in Italia 3,8 milioni di persone. Un popolo non contemplato da nessuna misura emergenziale ma che costituisce un allarme sociale imminente 

 Sono in costante aumento le famiglie che a causa dell'emergenza coronavirus non riescono più a lavorare e, quindi, a guadagnare per acquistare beni di prima necessità. Ai Quartieri Spagnoli di Napoli la situazione inizia ad essere difficile da controllare e molte famiglie vengono aiutate da assciazioni caritative e onlus. Il dramma nel dramma riguarda tutta quella fetta di popolazione che non viene contemplata nemmeno dagli aiuti e agevolazioni della decretazione d'emergenza. E' il popolo del sommerso: secondo i dati ISTAT 3,8 milioni di cittadini, l’80% dei quali si trova nel Mezzogiorno, che vive (e produce) fuori del sistema regolare del lavoro. Un'esercito di persone e famiglie che non possono essere abbandonate e sulle quali suona forte un allarme di emergenza sociale

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: