Era su un ponteggio montato su una porcilaia insieme a due colleghi quando una trave si sarebbe staccata colpendolo

Un muratore bergamasco di 50 anni, Alessandro Ziliani, il primo maggio è morto dopo essere rimasto schiacciato da un blocco di cemento in un cantiere in un'azienda agricola di Chiavenna Landi, frazione di Cortemaggiore, in provincia di Piacenza.

Secondo quanto ricostruisce IlPiacenza.it, l'uomo intorno alle 15.30 era su un ponteggio montato su una porcilaia insieme a due colleghi quando una trave si sarebbe staccata colpendolo. Ziliani, le cui condizioni sono apparse subito critiche, è deceduto circa un'ora dopo l'arrivo in ospedale a Parma. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata