La donna, in preda a una crisi psichica ha drogato il bambino di 5 anni ed è partita in macchina. Per fortuna ha mandato degli sms ai parenti per annunciare le sue intenzioni. Trovata in centro città. Il piccolo è salvo

Ha narcotizzato il figlio di 5 anni con l'intenzione di ucciderlo e di suicidarsi. E' successo a Legnaro, vicino a Padova dove i carabinieri, avvertiti dai parenti, sono riusciti a rintracciare la donna prima che portasse a termine il suo piano. La notte tra il 29 e 30 aprile, la madre, che ha qualche precedente penale, ha somministrato al piccolo un'importante dose di benzodiazepine, l'ha caricato in macchina e si è diretta verso Padova. Durante il tragitto ha mandato messaggi ai suoi familiari in cui annunciava l'intenzione di uccidere il bambino e di farla finita.

I parenti hanno avvertito i carabinieri di Piove di Sacco e sono partite subito le ricerche alle quali hanno preso parte anche i militari di Legnaro. Dopo un paio d'ore l'auto della donna è stata trovata a Padova tra via Gozzi e via Trieste. La donna era al volante in evidente stato confusionale. Su sedile posteriore, avvolto in una coperta, il bambino praticamente privo di sensi. I carabinieri hanno subito portato il piccolo all'ospedale dove i medici lo hanno rianimato e curato. Il bambino, dopo poche ore, stava bene. La madre è stata arrestata con l'accusa di tentato omicidio ed è stata ricoverata in una struttura psichiatrica. Solo oggi la notizia è stata resa nota dai carabinieri.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: