Il marito, anch'egli ottantenne, era riuscito a mettersi in salvo dopo essere stato sbalzato fuori dall'abitacolo dalla furia delle acque

È stato ritrovato il corpo privo di vita Maria Grazia Milani, la donna milanese di 80 anni, residente a Santa Margherita Ligure (Genova), scomparsa martedì a Castelnuovo Val di Cecina (Pisa), quando l'auto su cui viaggiava insieme al marito è stata travolta dalla piena del torrente Pavone. Il corpo è stato ritrovato dai vigili del fuoco, che avevano ripreso le ricerche all'alba, a circa 5 chilometri di distanza dal luogo dell'incidente, in prossimità di un piccolo ponte dove c'è la stazione di rilevamento Idrometrico della Regione.

Il marito, Fabrizio Salvadori, anch'egli ottantenne, era riuscito a mettersi in salvo dopo essere stato sbalzato fuori dall'abitacolo dalla furia delle acque, mentre la moglie non era all'interno dell'auto quando la vettura è stata ritrovata a circa 300-400 metri a valle. Sul posto hanno operato per tutta la giornata di ieri e fino al ritrovamento del cadavere i vigili del fuoco di Saline di Volterra e di Pisa, una squadra Saf (Speleo alpinistico fluviale) e i sommozzatori. Il marito ai carabinieri, per cercare di ricostruire la dinamica dell'incidente, ha riferito che con la sua auto ha tentato di guadare il torrente, come del resto erano abituato a fare da anni, per raggiungere la loro casa nelle campagne di Castelnuovo Val di Cecina. Per raggiungere il casolare, l'auto doveva attraversare il letto del torrente ma il nubifragio che si è abbattuto sulla zona aveva fatto alzare il livello dell'acqua, che poi ha travolto il veicolo. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: