I carabinieri della Compagnia di Pomezia hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 5 persone ritenute responsabili dei reati di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. "Gli arrestati, quattro uomini e una donna, sono accusati di aver trasformato delle abitazioni, una in Pomezia (via dei Castelli Romani) e l'altra a Roma (via Antonio Pacinotti) prese in affitto e pubblicizzate come centri massaggi, in luoghi in cui veniva svolta da giovani donne, sia italiane che dell'est Europa, anche sposate all'insaputa dei mariti, l'attività di prostituzione". I clienti infatti potevano richiedere, oltre ai massaggi, che venissero eseguite dalle donne anche delle prestazioni sessuali

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata