Importante operazione in ambito archeologico dei carabinieri del Nucleo Subacquei di Napoli che hanno recuperato nelle acque del golfo del capoluogo campano, antistanti la riviera di chiaia, un’anfora romana vinaria risalante al primo secolo dopo Cristo. Il reporto era a una profondià di 50 metri e ora sarà sottoposto a operazioni di desalinizzazione. La Soprintendenza Archeologia delle Belle Arti e del Paesaggio per l'area metropolitana di Napoli ha autorizzato e presenziato le operazioni di recupero.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata