(LaPresse) - Una marcia allegra, piena di musica, colori, striscioni seri e divertenti, bolle di sapone e palloncini lanciati in aria per ricordare tutti i bambini i cui diritti in diverse parti del mondo vengono negati. Anche quest'anno, per celebrare i diritti fondamentali dell'infanzia e dell'adolescenza riconosciuti dalla Convenzione Internazionale approvata il 20 novembre 1989 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, centinaia di ragazze e ragazzi hanno partecipato alla Marcia per i Diritti dell'infanzia promossa da Unicef e da Arciragazzi, partita dai Giardini di Porta Venezia a Milano e conclusa in piazza San Fedele con balli, canti e artisti di strada.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata