Anonymous colpisce ancora. Questa volta nel mirino del gruppo hacker sono finite alcune informazioni riservate dell'Italia e del Parlamento Europeo. Centinaia di mail, numeri di telefoni, ordinanze di servizio delle questure ma anche buste paga e fotocopie di documenti appartenenti a forze di polizia e forze armate sono stati pubblicati sul loro blog. E tra questi, anche uno scambio di informazioni tra funzionari di palazzo Chigi e forze di polizia sulla visita del premier Gentiloni oggi a Bologna.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: