Emergono i dettagli della denuncia delle due studentesse americane, che accusano di stupro due carabinieri di Firenze. Sembravano gentili, poi le violenze. Non abbiamo gridato per paura, perché erano armati, hanno detto agli investigatori le ragazze, di 19 e 21 anni. Hanno raccontato che i militari, ora indagati, le hanno accompagnate a casa sull'auto di servizio, dopo una serata in discoteca, perché non c'erano taxi. Poi le violenze tra l'androne del palazzo e l'ascenore. Uno dei due carabinieri si è presentato in procura a Firenze ammettendo di aver avuto un rapporto con una delle due ragazze, ma spiegando che "lei era consenziente". Gli Stati Uniti chiedono chiarezza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata