"Il diritto alla salute è calpestato in carcere", ha detto Cianferoni

 "In venticinque anni di lavoro, ho visto il diritto alla salute calpestato sistematicamente e scientemente in carcere. La corte di Strasburgo ha fatto un monito all'Italia e la Cassazione lo ha rispettato". Lo ha detto Luca Cianferoni, legale di Totò Riina, in collegamento con La7. E ha precisato: "Il signor Riina ha più di una patologia, che vengono trattate sia chirugicamente che farmacologicamente. Sta male da anni". 

"Le vittime – ha aggiunto – non le riporta in vita nessuna galera. Uno Stato non ha bisogno di far morire in carcere un povero anziano. Il problema di questo Stato sa qual è? E' che se ha bisogno di accanirsi così su un anziano malato ha problemi di crescita". 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: