Catania, 30 set. (LaPresse) – Ieri pomeriggio, colto da una sorta di fobia per la ragazza tanto desiderata, è evaso dai domiciliari, recandosi sotto casa dell’amata. Dopo aver forzato una finestra è entrato in casa nascondendosi nel bagno, in attesa che la stessa rientrasse. Malauguratamente per lui, in casa c’era la sorella della vittima che, impaurita per i rumori, ha chiesto aiuto al 112. Sul posto sono arrivati immediatamente i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Acireale , in provincia di Catania, che, entrati nell’immobile, hanno sorpreso ed arrestato lo stalker ancora asserragliato nel bagno.

I militari, approfondendo la vicenda, hanno raccolto la denuncia della vittima che ha rivelato le ripetute molestie verbali e telefoniche sofferte per colpa del giovane molestatore che a tutti costi la voleva costringere ad intrattenere una relazione amorosa. A finire in manette il 21enne che, su disposizione del magistrato di turno, è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza. Evasione, violazione di domicilio e atti persecutori i reati contestati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata