Roma, 15 ago. (LaPresse) – Sono almeno 49 i migranti trovati morti, probabilmente per asfissia, nella stiva del barcone soccorso ieri a largo della Libia dalla Marina Militare italiana. I cadaveri e i 312 migranti soccorsi e sopravvissuti si trovano ora a bordo della nave norvegese Siem Pilot di Frontex che porterà loro a Catania, dove sono attesi per domani mattina.

Della tragedia ha parlato anche il ministro dell’Interno Alfano: “O la comunità internazionale è in grado di risolvere la questione libica oppure quella di oggi non sarà l’ultima tragedia”. Così Alfano nel corso di una conferenza stampa al Viminale al termine della riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica commentando la notizia dell’ultima tragedia avvenuta in mare al largo delle coste libiche.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata