Napoli, 10 ago. (LaPresse) – Un 47enne già noto alle forze dell’ordine, Antonio Palermo, originario di Brusciano (Napoli), è stato arrestato perchè ritenuto responsabile dell’omicidio di Giovanni Panico, ucciso lo scorso 6 agosto sotto casa a colpi di pistola. Palermo si nascondeva a Marigliano, a casa di un parente. Alle prime luci dell’alba, i carabinieri hanno fatto irruzione nell’abitazione e l’hanno sorpreso. L’uomo era ancora in possesso dell’arma del delitto e ha cercato, invano, di darsi alla fuga.

Ad essere arrestato anche Vincenzo De Simone, il parente che lo nascondeva. Dovrà rispondere di favoreggiamento e concorso in detenzione di una pistola clandestina. Il presunto omicida è stato accompagnato nel carcere di Poggioreale mentre De Simone è agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata