Torino, 31 lug. (LaPresse) – Sarà la seconda Luna piena nel giro di un mese. Un evento astronomico straordinario, che non si ripete dall’agosto del 2012, che viene chiamato “Luna blu” o “Blue Moon” ma non ha niente a che vedere con il colore che il satellite terrestre assumerà questa sera, 31 luglio.

Un fenomeno astronomico che porta un anno solare ad avere 13 lune piene piuttosto che dodici. Questa volta è il mese di luglio quello ‘scelto’ dal calendario: dopo la Luna piena del primo giorno del mese anche la notte del 31 luglio sarà illuminata dalla luce magica del satellite nel periodo del suo massimo splendore. Sarà necessario aspettare quasi tre anni perché si ripeta un evento identico a questo: la prossima Luna blu cadrà, infatti, nel 2018, precisamente il primo e l’ultimo giorno di gennaio. Questa sera converrà allora non perdersi lo spettacolo e attende la luna con il naso all’insù.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag:, , ,