Agrigento, 8 ago. (LaPresse) – Sono stati convalidati dal gip del tribunale di Agrigento i fermi dei sei scafisti del barcone arrivato a Lampedusa il 1° agosto scorso con 25 cadaveri nella stiva e 271 immigrati a bordo. Per tutti i reati contestati sono traffico di esseri umani e morte come conseguenza di altro reato, mentre due sono accusati anche di omicidio. Si tratta di cittadini somali, marocchini e siriani, che erano alla guida dell’imbarcazione raggiunta dalla guardia costiera, al largo dell’isola delle Eolie.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata