10 maggio - il giornale Radio del pomeriggio

Ascolta tutte le notizie

Calano notevolmente i nuovi contagi e i decessi in Italia. Gli ultimi dati della protezione civile evidenziano 802 nuovi casi positivi e 165 morti nelle ultime 24 ore. Il totale delle vittime del coronavirus sale a quota 30.560. Il numero degli attualmente malati scende di 1.518 unità per un totale che tocca gli 83.324. Ancora tanti i guariti 2.155 mentre sono 7 in meno le persone ricoverate in terapia intensiva. Numeri in drastico calo anche in Lombardia dove i nuovi contagi sono 282 mentre sono 62 i nuovi decessi. In Piemonte i nuovi positivi sono 116 mentre in tutte le altre Regione l'aumento è sotto le 3 cifre. Dal 18 maggio ci saranno diverse riaperture in Italia con delle differenze su base regionale. Lo ha spiegato il ministro Francesco Boccia aggiungendo: "Potranno riaprire gran parte delle attività economiche, ma non possiamo farle ripartire senza protocolli di sicurezza". Domani il tavolo esecutivo-regioni con i governatori di centrodestra che chiedono certezze E' atterrato intorno alle 14 nello scalo romano di Ciampino l'aereo che ha riportato in Italia dopo un anno e mezzo Silvia Romano, la volontaria milanese rapita in Kenya e liberata ieri. La giovane è scesa dal velivolo indossando un abito islamico e mascherina e si è lasciata andare a un lunghissimo abbraccio con i familiari. "Sto bene fisicamente e psicologicamente, mi sono convertita all'Islam senza costrizioni", le prime parole di Silvia. Ad accoglierla anche il ministro degli Esteri Di Maio e il premier Conte. Andiamo in Germania, dove risale l'indice R0 che misura la capacità del contagio del covid-19. Si è attestato 1,1: riicordiamo che perché l'epidemia sia considerata sotto controllo l'indice R0 deve rimanere sotto 1. Nel Paese si sono già allentate le misure restrittive tanto che nel prossimo weekend riprenderà anche il campionato di calcio. Infine il tennis. Potrebbe giocarsi a porte chiuse l'edizione di quest'anno del Roland Garros, già rinviato al 20 settembre per la pandemia. "Organizzarlo senza spettatori salvarebbe diritti tv e partenariato", ha spiegato la Federazione francese.