Superato il milione di morti nel mondo. Spagna prima in Europa per contagi
Superato il milione di morti nel mondo. Spagna prima in Europa per contagi

Gli Stati Uniti il paese più colpito ma l'India potrebbe diventare la nazione più flagellata in poche settimane. A Madrid in arrivo nuove restrizioni

La pandemia di Covid-19 ha superato il milione di morti nel mondo. Il calcolo delle vittime globali è stato effettuato da France Presse, sulla base dei dati ufficiali.

Gli Stati Uniti rimangono ancora la prima nazione e per numero di casi (7.089.611 su 32.919.487) e per le vittime (204.566 i morti accertati). Non va però meglio anche in India, secondo Paese al mondo per numero di contagi (5.992.532) e terzo per numero di vittime (94.503 i morti accertati). Stando agli ultimi numeri del ministero della Salute indiano, sono infatti 88.600 i nuovi casi confermati nelle ultime 24 ore e 1.124 i morti. La media dei nuovi casi è diminuita di circa 7.000 al giorno nell'ultima settimana, dopo aver raggiunto il numero record di 97.894 il 16 settembre. Tuttavia, l'India dovrebbe diventare il paese più colpito dalla pandemia entro poche settimane, superando gli Stati Uniti.

La Spagna si conferma ancora la prima nazione europea per numero di casi da coronavirus con 716.481 contagi totali, come confermato dal ministero della Salute iberico. Particolarmente grave la situazione della comunità di Madrid tanto che il ministro della Salute Salvador Illa è intervenuto in prima persona chiedendo alla politica locale di intervenire per fermare il contagio. Secondo la stampa iberica è ora in corso un negoziato tra il governo centrale e la comunità di Madrid per evitare un intervento diretto da parte della Moncloa. Il ministro ha spiegato di essere in contatto con la comunità madrilena e di averli "invitati a rivedere le misure annunciate e a seguire le raccomandazioni di scienziati e operatori sanitari", come riporta El Pais. Secondo il ministro "è urgentemente necessario un cessate il fuoco politico", o il governo centrale forzerà la mano e imporrà misure restrittive.

In Germania, invece, la cancelliera Angela Merkel ha espresso "preoccupazione" per il numero crescente di nuovi contagi registrati: "Il numero dei contagi in Europa è preoccupante", ha detto la cancelliera nel corso del direttivo della Cdu, ribadendo che bisogna fare di tutto per "evitare che i numeri continuino a crescere in modo esponenziale". Nella cittadina di Bielfield circa 900 insegnanti e studenti sono in quarantena dopo che 36 casi sono stati accertati in seguito ad una festa familiare. In Germania, secondo il Robert Koch Institut, sono stati registrasti 1.192 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore, mentre i contagi sono in totale oltre 287mila e i morti sono 9.460.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata