Nuovo Dpcm, Conte: "Evitare di far ripiombare il Paese in un lockdown generalizzato"

Il premier presenta il provvedimento: "Non manderemo la polizia nelle case, ma tutelare la salute è un dovere"

"A notte tarda ho firmato il nuovo Dpcm che introduce le nuove misure che ci consentiranno di affrontare la nuova fase della pandemia. La curva epidemiologica sta salendo. Occorreranno nuovi sacrifici, ma così potremo affrontare la nuova fase”. Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi. “Alcuni Paesi versano in condizioni molto critiche. L’Italia sta meglio, ma non possiamo permetterci distrazioni”, ha aggiunto Conte, precisando: "Dobbiamo assumere comportamenti corretti anche nella situazione familiare. Mettiamo la mascherina se abbiamo ospiti fragili, se abbiamo ospiti non conviventi: vi invitiamo a non superare un certo numero e assolutamente evitare le feste. Non manderemo le forze di polizia nelle abitazioni private, dobbiamo assolutamente tutelare la sfera di vita privata, ma dobbiamo assolutamente evitare le situazioni pericolose". E ancora: "Chiediamo uno sforzo a tutti gli italiani, dobbiamo continuare con senso di responsabilità, con il rispetto delle precauzioni, perché questa è stata la nostra forza. Il merito è di tutta la comunità nazionale. Dobbiamo recuperare quel senso di unità e di coesione. Noi ci impegniamo a non assumere misure più severe e restrittive del necessario. Sul fronte scuola le cose stanno andando abbastanza bene, incrociamo le dita, mentre la curva peggiore l’abbiamo nel caso delle relazioni amicali e familiari. Per questo siamo intervenuti". DISTRIBUTION FREE OF CHARGE - NOT FOR SALE