Lockdown a Arzano, la rabbia dei commercianti: "Ci stanno dando il colpo di grazia"

Oltre 200 nuovi casi di contagio ne comune campano: aperti solo i negozi di prima necessità

Esplode la rabbia di commercianti e residenti a Arzano, in provincia di Napoli, dopo che il commissario prefettizio del comune ha imposto il lockdown in seguito all'esplosione di oltre 200 nuovi casi di coronavirus in città. Chiusi scuole, esercizi commerciali, centri sociali, palestre, parrucchieri. Restano aperti solo gli esercizi che forniscono beni di prima necessità. Blocchi stradali sulla rotonda di Arzano e sull'Asse Mediano hanno paralizzato l'intera area nord della città.