Coronavirus, Macron-Merkel: Iniziativa comune, piano da 500 miliardi per Ue
Coronavirus, Macron-Merkel: Iniziativa comune, piano da 500 miliardi per Ue

Il presidente francese: "Europa della salute diventi priorità". Palazzo Chigi: "Buon punto di partenza"

Il presidente francese Emmanuel Macron e la cancelliera tedesca Angela Merkel annunciano una "iniziativa" comune sulla pandemia del coronavirus, con un piano di rilancio europeo da 500 miliardi di euro per i Paesi più colpiti.

I 500 miliardi di euro del fondo di rilancio "saranno rimborsati, non lo saranno dai destinatari ma dagli Stati membri", ha sottolineato il presidente francese Emmanuel Macron, nel corso della conferenza stampa congiunta con la cancelliera tedesca Angela Merkel.

La creazione di una "Europa della salute deve essere la nostra priorità. Vogliamo dotare l'Europa di competenze concrete in materia di salute. Con stock comuni di mascherine e test, capacità di acquisto comuni e coordinate per cure e vaccini, piani di prevenzione delle epidemie condivisi, metodi comuni per registrare i casi. Questa Europa della salute non è mai esistita, deve diventare la proprietà", ha aggiunto il capo dell'Eliseo.

L'iniziativa "rafforzerà la resistenza, la convergenza e la competitività delle economie europee e accrescerà gli investimenti, in particolare nelle transizioni ecologica e digitale, ricerca e innovazione", hanno affermato i due leader europei, secondo i media francesi. "I finanziamenti del fondo di rilancio saranno ponderati sulle difficoltà legate alla pandemia e alle loro ripercussioni", hanno proseguito. Inoltre, "si tratterà di un supplemento eccezionale, integrato nella decisione sulle risorse proprie, con un volume e una data di scadenza chiaramente specificati, e che sarà collegato a un piano di rimborso vincolante oltre il prossimo quadro finanziario pluriennale sul bilancio dell'Ue".

Palazzo Chigi: Buon passo avanti da Merkel e Macron

Quanto appena dichiarato dal presidente francese Emmanuel Macron e dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, riguardo i 500 miliardi del Recover Fund, rappresenta "un buon passo in avanti che va nella direzione sin dall’inizio auspicata dall’Italia per una risposta comune ambiziosa alla pandemia". Lo si apprende da fonti di Palazzo Chigi.

La proposta illustrata oggi da Merkel e Macron "rivela uno sforzo da parte tedesca che merita di essere rimarcato ma che si confida possa essere ulteriormente migliorato nelle prossime settimane". Per l’Italia, si spiega, "questo rappresenta appunto un punto di partenza che non deve essere rivisto al ribasso, ma semmai ampliato. La Commissione europea potrà senz’altro trarne beneficio in vista della sua proposta, che da parte italiana si auspica sia ancora più ambiziosa in termini finanziari".

"In sintonia con le nostre proposte vi è anche l’attenzione per il Green Deal, il sostegno del tessuto industriale europeo, e - cosa che l’Italia chiede da tempo - la prospettiva di armonizzare il quadro regolatorio fiscale. L’obiettivo è quello di mettere in campo strumenti e iniziative che attenuino le divergenze intraeuropee dopo questa crisi epocale e pongano le premesse per una vera ripartenza dell’Europa. Un’Europa dove tutti i Paesi più colpiti abbiano la possibilità di ripartire tutti insieme senza lasciar indietro nessuno. Tanto meno le aree e i settori più provati dalla pandemia", dicono fonti dell'esecutivo.

Amendola: Da Merkel-Macron primo passo, avanti con i negoziati

“Il documento presentato dalla Presidente tedesca Angela Merkel e dal Presidente francese Emmanuel Macron è una base per i negoziati, ma serve un ulteriore sforzo”. È quanto dichiarato dal ministro per gli Affari europei Enzo Amendola, a commento del piano di rilancio delle economie europee dopo il Coronavirus presentato oggi dai due leader europei.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata