A Milano: "Io malata di Covid, senza tampone ma libera di uscire"

L'incredibile storia di una 40enne milanese, sottoposta alla terapia per il coronavirus ma mai ad analisi o test

(LaPresse) Marta è una 40enne della provincia di Milano. Vive con la sorella minore che per oltre un mese e mezzo ha combattuto in casa contro il coronavirus, ha avuto anche lei i sintomi a fine aprile, il medico di base le ha prescritto la terapia Covid, ma non è mai stata sottoposta a un tampone. Ora, scaduta la quarantena legata alla malattia della parente, finalmente risultata negativa per due volte, è libera di uscire e andare dove vuole. "Mi sembra una cosa assurda, io voglio sapere cosa ho avuto e come sto", racconta a LaPresse. L'unica cosa che l'Ats ritiene debba fare è un test sierologico, ma al momento non è dato sapere quando sarà eseguito. "Io per mia coscienza non sto uscendo e non sto vedendo nessuno perché potrei essere positiva, ma sono liberissima di farlo", spiega.