Coronavirus, il Piemonte riparte con 800 mln

Il governatore Cirio: "Facciamo tutto da soli"

Oltre 800 milioni per rilanciare il Piemonte. La giunta regionale ha approvato un piano dedicato a imprese e famiglie per fronteggiare l'emergenza coronavirus nella cosiddetta fase 2. Il presidente Alberto Cirio ha illustrato i dettagli del disegno di legge denominato ‘RipartiPiemonte’ che intende favorire la ripartenza dell’economia e della società con stanziamenti in tutti i settori, moltissimi a fondo perduto. Come ha sintetizzato lo stesso Cirio, il piano “contiene le misure necessarie per mettere benzina in questo Piemonte che ha bisogno di ripartire". Della somma stanziata, 437 milioni sono fondi della Regione Piemonte, 354 milioni fondi europei, mentre 18 milioni sono la quota del fondo sanitario che spetta alla Regione. Nulla, al momento, arriva da Bruxelles e Roma. “Il Piemonte ha fatto tutto da solo”, ricorda Cirio. Ora il cronoprogramma prevede l'approvazione definitiva in Consiglio regionale entro metà maggio in accordo con tutti i capigruppo: un'attenzione particolare verrà dedicata alla semplificazione amministrativa.