Coronavirus, il 'Paziente 1' di Codogno torna a correre

Mattia Maestri impegnato nella staffetta Codogno-Vò Euganeo

(LaPresse) È partita ieri da Codogno la staffetta della solidarietà, che unisce il comune della Bassa Lodigiana a Vo’ Euganeo, i due centri diventati il simbolo della pandemia da Coronavirus nel nostro Paese. Presente all’evento anche il cosiddetto "Paziente 1", Mattia Maestri: "Sto bene, spero che si possa andare avanti in questo modo. Mi sento fortunato, molto fortunato", ha detto il 38enne ricercatore di Unilever. Poi sull’iniziativa ha aggiunto: "Mi è stato chiesto di partecipare e lo faccio volentieri". All’iniziativa anche la consigliera regionale di Italia Viva Patrizia Baffi che ha sottolineato come i due comuni sono stati "uniti nella sofferenza e nel dolore" e lo sono anche "oggi nella speranza".