Coronavirus, Conte agli italiani: "Scusa per ritardi pagamenti"

Renzi incalza il premier sulla riapertura: "Milioni di italiani perderanno lavoro"

Il premier Conte si è scusato con gli italiani per i ritardi nell'erogazione dei pagamenti per far fronte all'emergenza Covid-19. "Continueremo a pressare perche' si faccia presto" ha scritto su Facebook il presidente del Consiglio, promettendo al Paese ripartenze qualora la curva del contagio calasse. Sulla fase 2 Conte incalzato dall'opposizione ma anche dal fronte interno con il leader di Iv Renzi che attaccai: "Se non ci diamo una smossa, milioni di italiani perderanno il posto di lavoro". Intanto sulle riaperture anticipate non fa retromarcia la governatrice della Calabria Santelli, e dal Veneto il presidente Zaia precisa di essersi sempre mosso in linea coi dettami governativi: "Le ordinanze introdotte non sono in contrasto con il Dpcm, le battaglie legali non portano a nulla".