Coronavirus, altri 998 operatori sanitari nelle carceri. Bonafede: "Passo importante"

Il ministro Boccia: "Serviranno a creare maggiore sicurezza sanitaria"

"Stiamo lavorando tutti insieme per cercare di affrontare questa emergenza in una realtà già molto difficile come quella delle carceri. Quello di oggi è un passo importante. Noi abbiamo 998 operatori sanitari che andranno a dare una mano dal punto di vista della tutela della salute". Lo ha dichiarato a Rebibbia il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, in merito ai quasi 1000 nuovi operatori sanitari che si aggiungono a quelli già presenti nelle carceri italiane. Sulla vicenda è intervenuto anche il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia: "I mille operatori sanitari che andranno su tutto il territorio serviranno semplicemente a creare maggiore sicurezza sanitaria, che è già garantita dai medici, dagli infermieri che le ASL mettono a disposizione".