Coronavirus, 2.257 casi ma solo 60mila tamponi: boom in Campania
Coronavirus, 2.257 casi ma solo 60mila tamponi: boom in Campania

Anche il direttore della Stampa Massimo Giannini è risultato positivo

Calo dei contagi in Italia, ma diminuiscono anche i tamponi. Solo 60.241 quelli analizzati nelle ultime 24 ore, quasi 32mila in meno di ieri. I nuovi positivi sono 2.257 (totale 327.586) contro i 2.578 emersi nella giornata di domenica. I morti sono 2 in meno (16 contro 18) ma crescono i ricoverati. Venti in più gli italiani contagiati in terapia intensiva, ovvero 323. Negli altri reparti, 200 in più (3.487 nel complesso). Ancora, in isolamento domiciliare ci sono 55.093 nostri connazionali. Positivo anche il direttore de 'La Stampa', Massimo Giannini. La sede del quotidiano di via Lugaro, a Torino, è stata evacuata e resta chiusa fino a domani per la sanificazione urgente. Giannini rassicura i lettori: "Al giornale ci stiamo organizzando e domani ci saremo, come sempre e più di sempre".

Se la preoccupazione cresce vista la nuova ondata di contagi, il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, invita alla prudenza: "Non possiamo paragonare la situazione di oggi con quella del 21 aprile, quando il virus era entrato prepotentemente in Italia. Adesso la situazione è completamente diversa, non possiamo fare il confronto, oggi il virus circola ma molto poco e l'avanzata del virus è stata contenuta". E a Milano è arrivato l'appello del sindaco, Giuseppe Sala: "Io vi prego: utilizzate la mascherina, tutti, lo dico in particolare ai giovani, cercando di essere sempre vicino a loro e comprensivo, ma utilizzatela. È assolutamente importante perché è chiaro che questa è una vita".

Boom di casi di coronavirus in Campania nelle ultime 24 ore. Sono 431, molti di più della Lombardia (251), del Lazio (248) e del Veneto (230) che sono fra le regioni in tripla cifra. Nella regione guidata da Nicola Zingaretti, sono 5 i decessi nelle ultime 24 ore.

Dal canto suo, il collega campano, Vincenzo De Luca, è corso ai ripari: bar e ristoranti chiusi alle 23 e obbligo di mascherina all'aperto. Positivi a tre cifre anche in Toscana con 185 casi, Emilia-Romagna con 167 e in Piemonte con 129 positivi. Uno in più della Sicilia (128). Poi c'è la Liguria con 107. Il governatore, Giovanni Toti, è convinto del fatto che l'uso delle mascherine all'aperto sia un passo indietro. La regione italiana in cui si registrano meno positivi nelle ultime 24 ore è il Molise con 2, tutte le altre almeno in doppia cifra. "Oggi ci sono focolai sparsi con cui dobbiamo convivere ma non c'è un caso Lazio, Campania o Lombardia", sottolinea Sileri. Che poi regala quest'istantanea sulla situazione in Italia. "È complessa, sarà un lungo inverno, ma abbiamo strumenti e capacità diverse: non sarà come a marzo ed aprile. Purché si mantenga rispetto delle regole", ricorda il viceministro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata