Conte: "Il nemico non è sconfitto, non dobbiamo disperdere i sacrifici"

Il premier ad Assisi alle celebrazioni di San Francesco: "Ora piano di rinascita"

"L'Italia che sta faticosamente uscendo dalla pandemia dovrà essere una comunità rigenerata. Il nemico non è ancora sconfitto, siamo consapevoli che non possiamo disperdere i sacrifici compiuti". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel suo discorso in occasione delle celebrazioni di San Francesco, ad Assisi. "Siamo chiamati a volgere lo sguardo al futuro abbracciando con coraggio, con fiducia, una prospettiva di rinascita, una conversione, verso un modello di sviluppo più equo e sostenibile, più attento all'ambiente, orientato al pieno, integrale sviluppo della persona - ha aggiunto il premier -. Dobbiamo cogliere questa straordinaria opportunità, l'attesa di una nuova alba che oltrepassi i confini che ci hanno diviso e impoverito".