Ecco il calendario per non fare errori

 Rosso, arancione, giallo rafforzato: cosa succede dopo l’Epifania? Il nuovo decreto varato dal Consiglio dei ministri ha validità dal 7 al 15 gennaio. Ecco il calendario dei prossimi giorni, per non fare errori.

6 GENNAIO. Valgono le regole della zona rossa: Vietato ogni spostamento salvo che per lavoro, necessità e salute. Chiusi i negozi (aperti generi alimentari, supermercati e prima necessità) e bar e ristoranti, con la possibilità di asporto fino alle 22 e delivery senza orari. Aperte edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie. Stop ai centri sportivi: si può fare sport solo all’aperto e in forma individuale (anche eventualmente superando i confini comunali), mentre l’attività motoria solo nei pressi dell’abitazione.

DAL 7 AL 15 GENNAIO. Vietati gli spostamenti tra regioni o province autonome diverse, tranne che per lavoro, necessità o salute. È comunque consentito il rientro alla residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case in altra regione o provincia autonoma. In tutto il periodo per le aree in zona rossa è possibile spostarsi una sola volta al giorno, in un massimo di due persone, verso una sola abitazione privata del proprio comune (non si contano minori di 14 anni, disabili e non autosufficienti conviventi).

7- 8 GENNAIO. Valgono le regole delle zone ‘gialle’ ma con il divieto di spostamento tra regioni. Resta il coprifuoco alle 22 e l’obbligo di mascherina. Negozi aperti, bar e ristoranti aperti dalle 5 fino alle 18 per il consumo al tavolo (massimo in 4 salvo che siano tutti conviventi), fino alle 22 con asporto, sempre consentito il delivery. Musei, cinema, teatri, piscine e palestre chiusi, aperti i centri sportivi per attività all’aperto.

9 E 10 GENNAIO. Valgono le regole delle zone arancioni. Vietati, oltre agli spostamenti tra Regioni, anche tra un Comune all’altro. Consentiti però gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri, ma non verso i capoluoghi di provincia. Bar e ristoranti chiusi, asporto fino alle 22 e delivery sempre consentito. Negozi aperti. Musei, cinema, teatri, piscine e palestre chiusi, aperti i centri sportivi per attività all’aperto.

DALL’11 AL 15 GENNAIO. Torna la divisione in zone in base al Rt (ma sempre con il divieto di spostamento tra Regioni/province autonome, anche se gialle). Le soglie però vengono ‘rafforzate: con Rt sopra 1 si va in arancione, sopra 1,25 in rossa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata