"Momento molto difficile anche per la mancanza di informazioni"

“Decidano. Nel bene o nel male”. Così l’ingegnere Giovanni Brasso, presidente della Sestriere Spa, risponde a LaPresse parlando delle imminenti decisioni che il governo dovrà prendere in merito all’apertura o meno degli impianti sciistici. “E’ un momento molto difficile ma quello che rende tutto ancora più difficile è la continua mancanza di informazioni. Oggi è necessario sapere cosa si farà, nel bene o nel male. Se non si può aprire ne prendiamo atto, ma ce lo dicano”, aggiunge. Considerando naufragata la possibile apertura degli impianti il 5 dicembre, Brasso guarda avanti, alle vacanze di Natale. Capendo però, è in base a questo modulando le aperture, se si potrà viaggiare fra regioni diverse o solo all’interno della propria. E sciogliendo anche il nodo del controllo sul numero di ingressi negli impianti, secondo Brasso impossibile da organizzare a priori. L’ultima deadline per capire cosa succederà è il 15 dicembre: “Superate queste date, staremo chiusi”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata