Wilmots: Conte ha grande personalità. Teme le spie? Lo capisco
Lo ha detto il ct del Belgio, nella conferenza stampa alla vigilia della partita di esordio a Euro 2016 contro l'Italia

 "Ho conosciuto Conte a Dubai, mi ha sorpreso e colpito piacevolmente per la sua grande personalità". Lo ha detto Marc Wilmots, ct del Belgio, nella conferenza stampa alla vigilia della partita di esordio a Euro 2016 contro l'Italia. "Strano che allenerà due giocatori belgi al Chelsea? Credo che Conte sarà concentrato sulla Nazionale, come tutti lo sono sul proprio lavoro. Per me non fa molta differenza", ha aggiunto. Sulla decisione del ct azzurro di non fare allenare la squadra italiana allo stadio di Lione, per evitare forse qualche 'spia' belga. "Posso capire la sua decisione di non allenarsi qui. Forse anche da noi ci saranno delle spie, lo capisco ma sono abituato", ha dichiarato Wilmots.

I due allenatori di oggi, fra l'altro, sono stati avversari a Euro 2000. Allora vinse l'Italia. "Per me quello è un ricordo triste. Abbiamo perso per un gol di Totti dopo che avevamo iniziato bene, poi ci hanno castigato facendo il secondo gol. Per me è un pessimo ricordo perché era la prima volta che un paese organizzatore usciva al primo turno", ha concluso il tecnico belga.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata