Villar Perosa 'blindata' per CR7: "Voglio vincere con la Juve"
Il campione portoghese si racconta in esclusiva a Juventus TV: "Il mio primo gol bianconero? Verrà naturale"

L'attesa sta per finire: domenica i tifosi della Juventus potranno finalmente ammirare in campo la superstar Cristiano Ronaldo nel tradizionale vernissage di Villar Perosa, a cui la società non ha voluto rinunciare nonostante il rischio sicurezza per il numeroso afflusso di gente previsto nel piccolo paese ai piedi delle Alpi. Arrivato dal Real Madrid per 112 milioni di euro esattamente un mese fa, il fuoriclasse portoghese indosserà la maglia della Juventus per la prima volta nella tradizionale amichevole precampionato tra la prima squadra e l'Under23 nel piccolo impianto della cittadina a 40 chilometri a ovest di Torino. A Villar Perosa, con i suoi 4.100 abitanti, c'è il rifugio estivo della famiglia Agnelli, proprietari del club dal 1923, e ogni estate la Juventus si reca in visita anche per rafforzare un senso di appartenenza ricordato dal tradizionale discorso tenuto dal presidente Andrea Agnelli.

Abituato ad esibirsi in stadi come il Camp Nou, l'Old Trafford o il Bernabeu, Ronaldo, attuale detentore del Pallone d'Oro, muoverà i suoi primi passi in bianconero nel piccolo impianto intitolato allo storico capitano della Juventus Gaetano Scirea. In paese è previsto un assalto di tifosi che cercheranno disperatamente di intravedere il loro nuovo idolo, i 5.000 biglietti disponibili sono andati esauriti in pochi minuti. Tale è l'entusiasmo per il debutto di Ronaldo, che speciali misure di sicurezza sono previste in città, compreso il divieto totale della vendita di alcolici da sabato. Vista l'attesa per l'esordio di CR7, inizialmente si era pensato di disputare la partita all'Allianz Stadium, ma alla fine il club ha deciso di rispettare la tradizione con Ronaldo che probabilmente non sarà mai così a contatto con i suoi tifosi. L'abitudine vuole, fra l'altro, che cinque minuti dopo l'inizio del secondo tempo i tifosi invadano il terreno di gioco interrompendo la partita per andare a caccia di maglie, foto e autografi dei loro beniamini. Inutile dire che l'osservato speciale sarà ovviamente CR7.

Ronaldo che intanto ha rilasciato una lunga intervista alla nuova piattaforma digitale bianconera, Juventus TV, in cui è tornato a parlare della sua decisione di lasciare il Real per trasferirsi in Italia. "La Juventus è un grandissimo club, innanzitutto. Sin da quando ero bambino conoscevo questa squadra. Mi piaceva e speravo che un giorno avrei potuto giocarci. E' bello essere qui, sono felice", ha detto il campione portoghese che nella serata di venerdì è stato avvistato a cena in compagnia della fidanzata in una nota pizzeria del centro di Torino. "La mia priorità è quella di dare il massimo, dimostrare professionalità, cercare di migliorare ulteriormente la squadra. Questo sarà il mio compito. Cercherò di godermi il più possibile il momento e di rendere più forte la Juventus durante la mia permanenza qui", ha aggiunto. Quindi una promessa ai tifosi: "Molto semplicemente, grazie di tutto. Darò il massimo e sono certo che vinceremo titoli insieme. Grazie mille. Fino alla fine, forza Juventus!".

Tornando al campo, visto che fra sette giorni inizierà ufficialmente il campionato con la trasferta di Verona contro il Chievo, sabato la Juve si è allenata ancora alla Continassa. Seduta intensa, durante la quale la squadra ha lavorato con la palla, in sessioni di 1vs1, 2vs2, 3vs3 e 4vs4. Domenica è previsto un allenamento al mattino e poi, nel primo pomeriggio, la partenza per Villar Perosa. Alla partitella non prenderanno parte Benatia e De Sciglio, a causa di un affaticamento muscolare. I due giocatori saranno però regolarmente presenti a Villar.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata