Verdi dice di no al Napoli: "Voglio restare al Bologna"
Il giocatore: "Ho avuto momenti di tentennamento, poi sono tornato sulla mia strada"

Il Napoli rimane a bocca asciutta: Simone Verdi resta al Bologna. "C'era un'offerta importante, ma non c'erano le condizioni per cedere il giocatore", spiega Claudio Fenucci, amministratore delegato del Bologna, ai microfoni di Sky Sport. "Il giocatore ha manifestato la volontà di restare con noi, pur in presenza di una richiesta di un club importante come il Napoli".

"Siamo contenti della sua decisione di restare con noi nonostante le attenzioni di un grande club come il Napoli. Da oggi Simone è un giocatore del Bologna e resterà tale fino a giugno", ribadisce l'amministratore delegato del Bologna. Sulla possibilità di riaprire il discorso a giugno, Fenucci dice: "I rapporti col Napoli sono ottimi. Simone deve essere orgoglioso delle offerte ricevute. I 20 milioni? Vale sicuramente di più delle cifre girate. Abbiamo ritoccato il suo contratto nel luglio scorso, ha ancora tanti anni con noi". Sulle strategie del club rossoblu in caso di partenza di Verdi, l'ad del Bologna ammette: "Se ci fossero state le condizioni avremmo avuto l'obbligo di trovare un giocatore importante per sostituire Verdi. Orsolini e Gabbiadini? Manolo è legato a Bologna, ci piacerebbe tentare. Orsolini è una trattativa solo abbozzata".

Dopo le spiegazioni di Fenucci, arriva anche il commento del diretto interessato. "Voglio dirlo subito: non è stato un no al Napoli. Come ho ribadito prima di Natale non volevo lasciare il Bologna a gennaio. Qui avevo iniziato un progetto di crescita che volevo continuare fino a giugno. L'offerta è stata importante, ho avuto momenti di tentennamento, poi sono tornato sulla mia strada perché in questo periodo società e tifosi mi hanno fatto sentire il loro calore", dichiara ai microfoni di SkySport24.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata