Ventura: Nazionale riparte dal gruppo dell'Europeo e dal 3-5-2
Ventura ha sottolineato come l'esclusione di Berardi sia legata esclusivamente a un problema di modulo

"Quando ho detto che ripartivamo da dove era finito l'Europeo e da dove aveva finito Conte intendevo che avendo tre giorni a disposizione è evidente che non c'è il tempo materiale per cambiare qualcosa dal punto di vista dell'organizzazione". Così il ct della nazionale Giampiero Ventura in conferenza stampa a Coverciano nel primo giorno di raduno in vista delle gare con Francia e Israele. "Avrei voluto mantenere quasi tutto il gruppo che aveva fatto bene all'Europeo riportando entusiasmo, poi è chiaro che ci sono situazioni contingenti - ha aggiunto il tecnico azzurro - Zaza non giocava da tre mesi, così come Sirigu e Darmian. Poi abbiamo messo dentro alcuni giovani con un po' di difficoltà perchè l'Under 21 il 2 gioca un partita importante per la qualificazione. Vediamo se riusciamo a tenere tutti o dovremo prestarne uno o due. Siamo perfettamente in simbiosi tenendo presente che anche noi abbiamo una partita stimolante come quella con la Francia e una importante con Israele".

Ventura poi ha sottolineato come l'esclusione di Berardi sia legata esclusivamente a un problema di modulo. "Finché il modulo è questo (il 3-5-2, ndr) c'è difficoltà a trovare una collocazione - ha sottolineato - Rimango dell'idea che c'è una infinità di esterni offensivi di grande prospettiva".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata