Una maxi villa a Porto Cervo: così il presidente del Psg avrebbe corrotto la Fifa / VIDEO
La residenza di lusso è stata sequestrata oggi dalla guardia di finanza di Sassari nell'ambito dell'inchiesta sulla compravendita dei diritti televisivi relativi ai Mondiali

La guardia di finanza di Sassari ha sequestrato 'Villa bianca', residenza di lusso a Porto Cervo, in Costa Smeralda, nella disponibilità dell'ex segretario della Fifa Jerome Valcke. Secondo le fiamme gialle l'edificio, dal valore complessivo di stima di circa sette milioni di euro, costituisce il 'mezzo corruttivo' utilizzato dal presidente del Psg Nasser Al-Khelaifi nei confronti dello stesso Valcke per acquisire i diritti televisivi relativi ai Mondiali per gli anni 2018/2030. Il provvedimento, disposto dalla corte di Appello di Cagliari, sezione sistaccata di Sassari, giunge al termine di complesse indagini della polizia svizzera, avviate nel marzo 2017.

La procura svizzera sospetta "che Jerome Valcke abbia accettato vantaggi indebiti da un uomo d'affari nel settore dei diritti sportivi in relazione all'assegnazione dei diritti tv per alcuni paesi delle edizioni della Coppa del Mondo FIFA 2018, 2022, 2026 e 2030 e da Nasser Al-Khelaifi in relazione all'assegnazione dei diritti tv per alcuni paesi delle edizioni della Coppa del Mondo FIFA 2026 e 2030". 

I due sono accusati di corruzione, frode e falso.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata