Un super Cordaz frena il Toro: non basta Belotti, 1-1 col Crotone
Granata sciuponi, i calabresi resistono e sono cinici nel finale

 Non basta il 25° sigillo in campionato di Belotti: il Toro non va oltre il pari con il Crotone (1-1) nell'incontro valido per la 32/a giornata di Serie A. Granata sciuponi, calabresi tenuti a galla da Cordaz e cinici nel finale. Succede tutto nella ripresa: la squadra di Mihajlovic sblocca il risultato con il rigore del 'Gallo', la formazione di Nicola riequilibra i conti con il gol di Simy a dieci minuti dal termine. Risultato forse severo per i padroni di casa, che creano molto ma hanno il demerito di non concretizzare. Fiammella di speranze salvezza flebile per il Crotone, che dimostra di essere vivo ma vede allontanarsi l'Empoli vittorioso con la Fiorentina.


Mihajlovic deve fare i conti con le assenze di Iturbe, Acquah, Obi, Molinaro e Castan. In difesa c'è Carlao con Rosettini, Iago Falque arretra a centrocampo, in avanti chance per Maxi Lopez accanto a Ljajic e Belotti. Nessun problema di formazione per Nicola, che si affida al tandem formato da Trotta e da Falcinelli, eroe del successo contro l'Inter. E' il Toro ad impossessarsi inizialmente della manovra, con il Crotone che resta in attesa ed attento a non scoprirsi. I granata imbastiscono qualche buona trama ed arrivano alla conclusione con Baselli e Ljajic, ma il primo vero pericolo lo creano i calabresi: Zappacosta salva su Trotta cercato da una sponda di Falcinelli, nel proseguo dell'azione Crisetig ci prova con il piatto sinistro spedendo alto di un soffio. Brividissimo per Hart. Nelle file granata si scalda Belotti con un sinistro deviato da Ferrari. Sugli sviluppi del conseguente corner, stacco di Baselli che sfiora il secondo palo. Nel complesso, però, la gara stenta a decollare. Per accendere il Toro ci vuole una grande occasione sciupata da Belotti, che dopo una conclusione sporcata di Zappacosta scarica su Cordaz e poi, sulla ribattuta, spedisce sull'esterno della rete. Poco dopo, magia di Ljajic che manda Maxi Lopez davanti alla porta, Cordaz salva ancora. I granata ora spingono sull'acceleratore e schiacciano i calabresi, che però si fanno vedere con un'incornata di Ceccherini su cross di Falcinelli. Poco prima dell'intervallo un gran destro dalla distanza di Ljajic costringe Cordaz al colpo di reni.


Il Toro rientra in campo con piglio aggressivo e cinge d'assedio la porta ospite. A salvarla è un Cordaz in versione Superman: sventati in pochi minuti con un un riflesso superlativo un destro di Zappacosta e un sinistro di Iago Falque. Pericoloso poi Boyé, dentro per Maxi Lopez, con un rasoterra che non inquadra lo specchio di un nulla. E' il momento di massimo sforzo dei granata. L'argentino duetta poi con Iago Falque ma lo spagnolo sciupa tutto con una telefonata a Cordaz. Poi Ljajic suggerisce per Belotti, disinnescato da una deviazione di Ferrari. La squadra di Mihajlovic trova il meritato vantaggio su rigore. Fa tutto Belotti, tanto per cambiare: progressione imperiosa del Gallo verso l'area, una spallata di Ceccherini lo manda giù e Doveri indica il dischetto. Lavoro per la moviola. Il numero 9 granata non sbaglia e realizza il 25° gol in campionato (22'). L'1-0 tranquillizza i granata, ancora proiettati in avanti con uno spunto dell'inesauribile Ljajic che conclude pericolosamente da fuori area. I calabresi tuttavia non si abbattono e castigano il Toro alla prima occasione della ripresa. Nicola azzecca la mossa Simy, che entra in campo al posto di Martella e tre minuti dopo insacca: sugli sviluppi di un corner il nigeriano trova la deviazione vincente sulla sponda di Nalini, anch'egli subentrato nel corso della ripresa (36'). Pubblico granata gelato, tifosi del Crotone che sperano ancora. Brividi finali con un colpo di testa di Belotti, poi autore di un insidiosissimo cross sventato da Nalini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata