Udinese-Napoli 0-3, le pagelle: Fabian sontuoso, Koulibaly roccia

Milik invece è tra i meno brillanti

Fabian sontuoso, Koulibaly un muro, Lasagna bloccato. Questi alcuni dei giudizi di Udinese-Napoli 0-3, match giocato questa sera alla Dacia Arena e deciso dalle reti di Fabian, rig. Mertens e Rog. Qui le pagelle complete.

UDINESE

SCUFFET 5.5 - Sul gol di Fabian e sul penalty di Mertens può fare poco o nulla, mentre sul tiro di Rog ha forse qualche responsabilità, facendosi bucare dal croato proprio sul suo palo.
TROOST-EKONG 5 - Brutta la sua gara in fase difensiva, dove perde spesso le misure sulle sortite di Fabian, Malcuit e Mertens (dal 34' Opoku 5.5 - Non gioca una brutta gara da subentrato, ma ha comunque sulla coscienza il tocco di mani che regala il penalty agli azzurri).
NUYTINCK 6 - Il migliore dei suoi in fase difensiva, ma anche stasera non basta per tenere inviolata la porta di Scuffet (dal 87' Wague sv). SAMIR 5.5 - Gioca una partita diligente su Milik e Callejon, ma per poco non combina un gran pasticcio con una deviazione che poteva portare all'autogol.
PUSSETTO 5 - Dovrebbe essere l'arma in più per scardinare la difesa azzurra, ma l'argentino non è in giornata e si vede con diversi passaggi errati per i suoi compagni.
FOFANA 5 - Saranno le attenzioni dei grandi club (tra cui proprio il Napoli), ma l'ivoriano gioca forse la sua peggior partita stagione, sbagliando molti palloni anche facili in fase d'impostazione.
BEHRAMI 6 - Tanta solidità ed esperienza in cabina di regia contro la sua ex squadra, ma anche lui cala alla distanza come tutti i suoi compagni (dal 68' Barak 5.5 - Entra per dare un po' di fantasia in attacco, ma non riesce nell'intento e crolla anche lui sotto i colpi azzurri).
MANDRAGORA 5.5 - Meno bene di Behrami, ma meglio di Fofana. Prestazione senza infamia e senza lode per il napoletano contro la squadra della sua città.
STRYGER LARSEN 6.5 -Tra i migliori dei friulani, bravo sia in fase offensiva che in quella difensiva. DE PAUL 6 - Male nel primo tempo, cerca di salire in cattedra nella ripresa con un paio di buone giocate, ma gli manca il guizzo per trascinare la squadra friulana.
LASAGNA 5.5 - Una spina nel fianco della difesa azzurra, ma sbaglia troppo spesso la mira davanti a Karnezis, errori che pesano poi sul risultato.
ALL. VELAZQUEZ 5 - Schiera un inedito 3-5-2 per cogliere in contropiede Ancelotti, ma la mossa non dà i risultati sperati, ed è costretto a guardare i suoi affondare davanti ai colpi del Napoli.

NAPOLI
KARNEZIS 6.5 - Ottima la sua gara davanti a quello che fino a qualche tempo fa era il suo pubblico. Almeno tre le parate decisive del greco, finora sempre oltre la sufficienza quando chiamato in causa.
MALCUIT 7 - Tanta corsa e qualità per il francese, che partita dopo partita si sta guadagnando sempre più fiducia e minutaggio.
ALBIOL 6 - Qualche errore di troppo per lo spagnolo, che alla fine riesce comunque a tenere botta sugli assalti di De Paul e Lasagna.
KOULIBALY 7 - Un muro. Praticamente perfetto su Lasagna, l'unico che riesce a tenergli testa anche in velocità. Imprescindibile.
HYSAJ 6 - Partita solida e diligente dell'albanese, meno appariscente di Malcuit ma comunque efficace soprattutto in fase difensiva.
CALLEJON 6.5 - Stasera è anche capitano, un giusto tributo ad un'altra partita di sostanza e qualità.
ALLAN 6.5 - Corre e lotta per tre. Anche stasera il brasiliano va oltre la sufficienza, una costante di questa stagione.
ZIELINSKI 5.5 - Lui e Milik tra i meno brillanti della serata alla Dacia Arena, che sia colpa della sosta per le Nazionali?
VERDI sv (dal 4' Fabian 7.5 - Praticamente perfetta la gara dello spagnolo, che entra e regala subito un lampo di puro talento col gol dell'1-0. Acquisto a dir poco azzeccato).
MERTENS 6.5 - Non parte benissimo, ma cresce col passare dei minuti e regala un grande assist a Rog per il gol del 3-0 finale.
MILIK 5.5 - Uno dei meno brillanti, spesso nervoso nei contrasti e chiuso in zona gol. Urge ritrovarsi, specie alla vigilia del big match col Psg (dal 74' Hamsik 6 - Entra per dare ordine alla manovra e ci riesce alla perfezione, gestendo bene la palla nell'ultimo quarto d'ora di gioco).
ALL. ANCELOTTI 7 - Perde Luperto, Ounas e Insigne, poi anche Simone Verdi a gara in corso, eppure la sua squadra non mostra il minimo segnale di cedimento, consapevole della forza di una rosa lunga e di qualità. Ora la Juve è a -4, ma prima ci sarà da pensare al Psg, trasferta delicatissima di Champions League.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata