Tavecchio: Utopia pensare di ridurre la Serie A da 20 a 18 squadre
Ok a giocare durante le feste natalizie, tabù il 25

Il presidente della Figc Carlo Tavecchio ha definito "un'utopia" un'eventuale Serie A a 18 squadre. "Stiamo facendo vari incontri, pensare di dire in questo momento alle squadre del lato destro della classifica di Serie A di diminuire da 20 a 18 credo sia un'utopia - ha ammesso parlando ai microfoni di 'Radio Anch'Io Sport su Radio 1 Rai - Bisogna operare sui campionati minori". Secondo il numero uno della Federcalcio "finché ai professionisti di Serie A non entrerà in testa che la complementarietà con le altre due leghe (B e Pro, ndr) può essere importante il problema sarà arduo". Tavecchio ha parlato anche degli investimenti cinesi. "Se la provenienza è lecita e l'interesse è trovare sbocchi in Europa credo che la scelta del campionato italiano debba essere accettata tranquillamente", ha concluso.

Il numero uno del calcio italiano ha poi confermato la disponibilità a far giocare la Serie A in prossimità delle feste natalizie. "Le feste comandate sono Natale, Capodanno e la Befana, in questi giorni secondo me non si dovrebbe giocare. Tutto il resto è disponibile, non vedo perché non si possa giocare il 26 o il 24, il tabù è quello per il giorno di Natale, se si intendono le feste natalizie per me va bene. Siamo in tempo per fare progetti futuri. Partire a Ferragosto per aiutare la Nazionale? E' difficile, è un giorno sacro per gli italiani, sono tutti al mare, però in prossimità credo di sì".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata