Speaker ironizza sul recupero: multa di mille euro per l'Avellino
La singolare protesta non è passata inosservata

Una multa di mille euro per la singolare protesta dello speaker dello stadio nel finale del match con il Perugia. E' quella comminata dal giudice sportivo di Serie B all'Avellino. Il club irpino è stato sanzionato, si legge nel comunicato, "a titolo di responsabilità oggettiva, per avere lo speaker dello stadio, durante la comunicazione al pubblico, ironizzato sul recupero concesso nel secondo tempo dal direttore di gara".

Sul risultato di 2-0 per la formazione di Foscarini, l'arbitro Piccinini della sezione di Forlì ha indicato l'assegnazione di sette minuti di recupero al quarto uomo De Tullio. Una decisione che è parsa eccessiva ai tifosi biancoverdi. Ed evidentemente non è andata giù nemmeno allo speaker ufficiale del 'Partenio' che, per ironizzare, ha annunciato: 'Ci saranno 12 minuti di recupero'. Dopo gli incontri della 34/a giornata, multato di 3mila euro anche il Foggia "per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, acceso nel proprio settore tre fumogeni" e di 3mila euro al Venezia "per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, fatto esplodere nel proprio settore tre petardi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata