Spalletti: "Conosciamo i nostri errori. Possiamo correggerli da soli"
L'allenatore dell'Inter spiega di cosa ha parlato con i giocatori: "Sono i momenti in cui devono guardarsi dentro. Le soluzioni ci sono perché abbiamo già fatto vedere che siamo bravi"

"Abbiamo la possibilità di trovare la soluzione da soli". Così Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter, a proposito del momento delicato dei nerazzurri arrivati, tra campionato e Coppa Italia, a tre sconfitte consecutive. "Che cosa ho detto ai giocatori? Si cerca di portar loro dei dati di fatto a quello che è il loro modo di pensare attuale e a quello che è successo e quello che stiamo percorrendo come strada", ha spiegato il tecnico in conferenza stampa alla vigilia del match con la Lazio. "Uno degli esempi è che se noi a questo punto ci fossimo arrivati con due sconfitte contro Juve e Napoli in precedenza e avendo poi vinto o pareggiato una di queste due partite, il modo di vederci sarebbe stato totalmente diverso. Siccome poi - ha aggiunto - questi calciatori hanno fatto cose eccezionali prima, ora diventa probabilmente facile andare a trovare qualche difficoltà. Però, visto che abbiamo fatto tutto da soli noi, abbiamo la possibilità di trovare la soluzione da soli".

Anzi, per Spalletti "è in un momento così che riesci a conoscere in profondità quelle che sono le tue qualità individuali, è la conoscenza di te stesso in tutti i punti che ti fa trovare la forza per reagire ed essere pronto nella ricerca di quello che dev'essere il tuo obiettivo. Nessuno può darti la soluzione di quello che vai cercando". "Noi - ha continuato l'allenatore nerazzurro - abbiamo determinato che ci potessero dire qualcosa oggi, perché abbiamo fatto delle cose eccezionali. Ed ora dobbiamo aver bene chiaro chi siamo e da dove veniamo. Quindi, sapendo che siamo una squadra forte, noi non potremo mai essere in grande difficoltà se non vogliamo esserlo, mai. Abbiamo le soluzioni e lo abbiamo mostrato"

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata