Serie B, la quindicesima giornata: tutti i risultati

Il Palermo batte il Padova ed è primo in classifica. Pari senza gol tra Lecce e Perugia, l'Ascoli cade a Venezia 

Pescara-Carpi 2-0 (giocata venerdì alle 21)
Il Pescara supera 2-0 il Carpi nell'anticipo della 15/a giornata di Serie B e aggancia il Palermo in vetta alla classifica con 26 punti, ritrovando un successo che mancava da tre giornate. La gara si decide nella ripresa: un'autorete di Mbaye sugli sviluppi di un calcio d'angolo al 28' porta avanti gli abruzzesi, che raddoppiano in contropiede a un minuto dalla fine con Mancuso. Gli emiliani, al secondo stop di fila, restano così fermi in zona retrocessione a quota 10 punti.

Padova-Palermo 1-3 (giocata sabato alle 12.30)
Buona la prima per la nuova proprietà inglese del Palermo. I rosanero si impongono per 3-1 in casa del Padova, nell'anticipo della 15esima giornata di Serie B, e si riportano da soli al comando della classifica con 29 punti. Successo sofferto per i rosanero, costretti a rimontare l'iniziale vantaggio del Padova firmato da Bonazzoli al 30'. Di Trajkovski il pareggio dei siciliani al 42. Nella ripresa solo il Palermo in campo: al 68' Rajkovic firma il sorpasso e due minuti dopo il bomber Nestorovski chiude i giochi con la rete del definitivo 3-1. Terza sconfitta di fila per il Padova, che resta in piena zona retrocessione con soli 11 punti. Nel prossimo turno il Palermo riceverà la visita del Livorno, il Padova osserverà invece il riposo.

Lecce-Perugia 0-0 (giocata sabato alle 15)
Lecce e Perugia hanno pareggiato 0-0 in una gara valida per la 15esima giornata del campionato di Serie B. Un risultato che consente ai pugliesi, allenati da Fabio Liverani, di agganciare il Pescara al secondo posto in classifica con 26 punti. Il Perugia di Alessandro Nesta, invece, aggancia momentaneamente Brescia e Benevento a quota 21 punti in piena lotta per i playoff. Nel prossimo turno il Lecce sarà di scena in casa del Brescia, mentre il Perugia ospiterà lo Spezia al Curi.

Spezia-Cosenza 4-0 (giocata sabato alle 15)
Lo Spezia interrompe la striscia di due vittorie consecutive del Cosenza calando il poker nel match del 'Picchi' valido per la 15/a giornata del campionato di Serie B. I liguri salgono così a 20 punti, in zona playoff, mentre i calabresi restano fermi a 14, appena sopra la zona playout. Pronti via e i padroni di casa passano subito in vantaggio con un sinistro al volo di Augello sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Gli ospiti sfiorano in due occasioni il pari con Tutino nei minuti successivi. Nuovamente fatali per il Cosenza i primi minuti della ripresa. Bartolomei al 3' di testa supera Perina sul cross di Mora, quattro minuti più tardi Okereke firma il tris con un destro potentissimo al termine di un'azione personale. I calabresi crollano di testa e di gambe e al 17' incassano anche il poker, su calcio di rigore, di Ricci.

Venezia-Ascoli 1-0 (giocata sabato alle 15)
Continua la risalita del Venezia, che supera di misura l'Ascoli con un gol nel finale di Citro e centra il terzo risultato utile consecutivo, aggianciando a centro classifica a 19 punti proprio i marchigiani e il Verona. I padroni di casa partono bene e costruiscono tre ghiotte occasioni nei primi dieci minuti: apre Marsura che sciupa tutto di testa, poi tocca a Di Mariani il cui diagonale viene deviati da Lanni, infine è Vrioni a farsi ipnotizzare a tu per tu con il portiere. Nella ripresa i lagunari ci provano con Citro al 22' ma Lanni ancora una volta fa buona guardia. Gli ospiti nel quarto d'ora finale rimangono in inferiorità numerica per l'espulsione per doppia ammonizione di Rosseti. E la squadra di Zenga ne approfitta immediatamente: prima Vrioni con un missile da fuori area sfiora il gol, poi è Citro a cinque minuti dal 90' a capitalizzare l'enorme mole di occasioni create dal Venezia con un tapin vincente su cross di Litteri.

domenica

Cremonese-Cittadella 0-0 (giocata alle 15)

Prosegue la striscia positiva del Cittadella, che pareggia 0-0 in casa della Cremonese nella gara valida per la 15/a giornata di Serie B e resta in zona playoff, al quarto posto, salendo a 24 punti. I lombardi invece avanzano a 19, a centro classifica. Avvio sprint dei padroni di casa: Greco in mischia manda di poco a lato, al 7' Paulinho impegna Paleari per la prima volta. Con il passare dei minuti l'undici di Venturato prende le misure all'avversario e al 36' crea la prima opportunità con Strizzolo che da posizione ravvicinata trova la risposta di Ravaglia. Nella ripresa la squadra di Rastelli si affaccia di nuovo in attacco al 12', con Castrovilli, che esalta i riflessi di Paleari. Non si fa attendere la risposta del Cittadella, che nel giro di un paio di minuti sfiora il vantaggio prima con Branca - murato da Ravaglia - poi da Schenetti, con il salvataggio sulla linea di Arini. Nel finale entrambe le squadre provano a vincere ma il risultato non si schioda dallo 0-0.

Livorno-Foggia 3-1 (giocata alle 15)

Il Livorno si aggiudica lo scontro salvezza con il Foggia (3-1) e lo aggancia in classifica a 9 punti abbandonando l'ultimo posto in solitaria e tornando in corsa per la permanenza in Serie B. I labronici ritrovano così un successo che mancava da 5 giornate. I toscani partono subito forte e al 4' sbloccano il risultato con Diamanti, che sorprende Bizzarri e rompe l'equilibrio. Il fantasista del Livorno dieci minuti più tardi con una magia da centrocampo centra la traversa. I pugliesi si scuotono e poco dopo la mezz'ora pareggiano i conti don Loiacono, di testa, sugli sviluppi di un palla inattiva. I padroni di casa vanno a caccia con più cattiveria dei tre punti e in avvio ripresa è ancora Diamanti a firmare il nuovo vantaggio del Livorno con una conclusione a giro da posizione defilata. Poco dopo Bizzarri salva su Raicevic, ma il 3-1 arriva in ogni caso a un quarto d'ora dalla fine con un bolide dal limite dell'area di Bruno, che manda i titoli di coda sul match. 

Benevento-Verona 0-1 (giocata alle 21)

Il Verona si impone per 1-0 in casa del Benevento nel posticipo della 15esima giornata di Serie B. Tre punti pesanti per i gialloblu di Grosso, che scavalcano proprio i sanniti al quinto posto con 22 punti. Benevento in crisi, ora è settimo con 21 punti. Dopo un primo tempo equilibrato, il Benevento resta in dieci per l'espulsione di Costa al 49'. Ne approfitta subito il Verona che trova il gol della vittoria con Matos al 51'. Il Benevento al 55' ha l'occasione per pareggiare, ma Coda si fa parare un calcio di rigore. Nel finale resta in dieci anche il Verona per l'espulsione di Balkovec, sempre per doppia ammonizione.

La classifica 
Palermo 29 
Pescara 26 
Lecce 26
Cittadella 24 
Verona 22
Brescia 21
Benevento 21
Perugia 21
Spezia 20
Salernitana 20
Ascoli 19
Venezia 19
Cremonese 19
Cosenza 14
Crotone 12
Padova 11
Carpi 10
Foggia 9 (-8)
Livorno 9

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata