Serie B, Palermo solo in vetta. Bari in scia, Parma e Frosinone rallentano
Termina in parità l'altra sfida d'alta classifica tra Cremonese ed Empoli. Tutti i risultati della 19esima giornata

Basta una rete di Rispoli in avvio di gara al Palermo per battere la Ternana e confermarsi in vetta alla classifica del campionato di Serie B. Dietro infatti Parma e Frosinone non vanno oltre il pareggio rispettivamente contro Cesena e Carpi. Ne approfitta il Bari, che espugna il 'Curi' di Perugia 3-1 e sale al secondo posto in solitaria, a tre lunghezze dai siciliani. Termina in parità anche l'altra sfida d'alta classifica tra Cremonese ed Empoli (1-1), così come Avellino-Ascoli. Colpi importanti in trasferta per Salernitana e Spezia, che superano Virtus Entella e Pro Vercelli portandosi a ridosso della zona playoff.

Palermo-Ternana 1-0

Seconda vittoria consecutiva per il Palermo che regola di misura la Ternana (1-0) tra le mura amiche e resta in testa alla classifica del campionato di Serie B. Pronti via e i rosanero sono subito in vantaggio al minuto 2: errore di Defendi, Rispoli avanza palla al piede e con un tocco morbido supera Plizzari. I padroni di casa insistono e al 14' il diagonale di Trajkovski termina a lato di un soffio. La Ternana fatica a uscire dal guscio e rischia ancora al 25' con Coronado (para Plizzari) e al 33' con Trajkovski (che spreca di testa). Nel finale si fanno vedere anche gli ospiti: Finotto brucia Cionek e di testa colpisce in pieno la traversa. Sullo slancio del buon finale di frazione i rossoverdi partono bene anche nei secondi 45 minuti: Tremolada con un rasoterra insidioso spaventa tutto il 'Renzo Barbera'. All'11' il Palermo avrebbe la chance per raddoppiare ma Plizzari si supera respingendo il rigore di Coronado concesso per un fallo di Zanon su La Gumina. Proprio l'attaccante rosanero nei minuti successivi va per due volte a un passo dal 2-0. La Ternana tiene, nei venti finali sfiora il pareggio con Paolucci e Tremolada, ma alla fine a portare a casa i tre punti sono i padroni di casa.

Perugia-Bari 1-3

Dopo due sconfitte consecutive il Bari ritrova il sorriso battendo 3-1 al 'Curi' il Perugia e portandosi al secondo posto in classifica con 32 punti, a meno tre dalla capolista Palermo. Gli umbri invece si fermano dopo quattro risultati utili consecutivi in campionato. Partita avvincente fin dalle prime battute con i tentativi da un lato di Colombatto e Buonaiuto e dall'altro di Tello e Sabelli. Al 21' gli ospiti sbloccano il risultato con la zampata di Galano sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Poco più di dieci minuti dopo Di Carmine firma il pareggio con una magia superando Micai con una conclusione sull'angolino basso. La gara vive di continui sussulti e al 41' i pugliesi sono di nuovo avanti. Cross di Tello e inserimento puntuale di Nenè. Nella ripresa il Perugia sfiora più volte il 2-2 soprattutto con Buonaiuto, ma al 26' Galano con una punizione beffarda sorprende Rosati e cala il tris che chiude la partita.

Carpi-Frosinone 1-1

Termina 1-1 la sfida tra Carpi e Frosinone. Dopo un primo tempo in cui l'unica emozione è l'espulsione di Sabbione, nella ripresa passano in vantaggio gli ospiti con il solito Daniel Ciofani abile a risolvere un batti e ribatti in area di rigore. Nel finale, però, i padroni di casa trovano il pareggio con un gran gol di Mbakogu, splendido il destro al volo su sponda di Nzola. Un punto a testa che non cambia molto la classifica delle due squadre, con il Frosinone quarto a pari merito con il Parma e il Carpi ancora fuori dalla zona playoff.

Parma-Cesena 0-0

Il Parma non va oltre un pareggio a reti bianche in casa contro il Cesena. I ducali salgono così a 31 punti, insieme al Frosinone, al terzo posto in classifica dietro la capolista Palermo e al Bari. I romagnoli invece avanzano a 22 infilando il quarto risultato utile di fila. Padroni di casa subito insidiosi con Insigne, che sfiora il vantaggio in due occasioni nel giro di 20 minuti. Il Cesena però concede poco e si difende con ordine. Lo stesso copione si ripete nei secondi 45 minuti. Il Parma preme, gli ospiti badano a non scoprirsi anche se al 9' Laribi impegna per la prima volta Frattali. La gara non si sblocca, da un lato ci prova Scognamiglio dall'altro Gagliolo. Troppo poco per rompere l'equilibrio e scongiurare lo 0-0.

Pro Vercelli-Spezia 2-0

Colpo dello Spezia a Vercelli: i liguri passano 2-0 al 'Piola' e ottengono la seconda affermazione consecutiva, portandosi a ridosso della zona playoff con 26 punti. E' crisi nera invece per i piemontesi, penultimi a 18 punti insieme alla Ternana e alla terza sconfitta nelle ultime cinque gare. Il primo sussulto lo regala Mammarella direttamente su calcio di punizione, dalla parte opposta al 22' è Maggiore a sfiorare il vantaggio. Vives salva sulla linea a portiere battuto. Con il passare dei minuti gli ospiti vengono fuori e poco dopo la mezz'ora passano. Il cross di Lopez dalla sinistra viene raccolto da Granché che con un'incornata vincente supera Marcone. Nella ripresa lo Spezia fallisce il bis con Maggiore (anche grazie all'opposizione di Marcone). Morra e Mammarella spaventano i liguri, che però a un quarto d'ora dalla fine chiudono i conti con il tiro a incrociare di Forte che non lascia scampo alla Pro.

Avellino-Ascoli 1-1

Avellino e Ascoli hanno pareggiato 1-1 in un match ricco di occasioni su entrambi i fronti. Il risultato sarebbe potuto essere molto più rotondo. La squadra di casa avrebbe meritato qualcosa in più, ma per i marchigiani un punto comunque prezioso anche se la classifica resta deficitaria per tutte e due le formazioni. Buona partenza dell'Avellino nel primo tempo, con Asencio che si divora una grande occasione di testa. Ma è l'Ascoli a trovare nel recupero la via del gol con Perez. Gli irpini provano a replicare, ma il portiere ospite parato le conclusioni di Castaldo, Bidaoui, Di Tacchio e D'Angelo. Nella ripresa gli irpini attaccano a pieno organico e trovano il meritato pareggio con Castaldo.

Cremonese-Empoli 1-1

Cremonese ed Empoli hanno pareggiato 1-1. Un risultato giusto, che tutto sommato rispecchia quello che si è visto in campo. Empoli meglio degli avversari, ma non è riuscita ad essere incisiva negli ultimi trenta metri, limitandosi a uno sterile possesso palla. La Cremonese protagonista di una prestazione altalenante, salvata dal gol di Brighenti. Primo tempo equilibrato, privo di emozioni ma comunque giocato su ritmi elevati. Una sola vera occasione per l'Empoli cinico a sfruttarla, con Donnarumma che sblocca il risultato su assist di Pasqual. Nella ripresa la Cremonese prova a forzare i tempi e al 69' trova il pareggio con un gran destro al volo di Brighenti.

Entella-Salernitana 0-2

Dopo sei turni la Salernitana torna al successo espugnando per 2-0 il campo della Virtus Entella. Buona la prima per Stefano Colantuono sulla panchina dei campani, che con questi tre punti tornano a vedere da vicino i playoff. La squadra di Aglietti regala il primo tempo agli ospiti e nella ripresa vede infrangersi tutti i suoi tentativi davanti ad un Adamonis capace di parare di tutto il parabile. Buon primo tempo della Salernitana, che trova il vantaggio con un bel tiro a giro di Kiyine da fuori area con la complicità del portiere Iacobucci. Ci mette del suo anche Adamonis che neutralizza un rigore calciato da Troiano. Nella ripresa l'Entella prova ad attaccare, ma in contropiede subisce il gol del raddoppio ad opera di Sprocati. Salernitana che resta poi in dieci per l'espulsione di Minala, ma ormai il risultato è in ghiaccio.


 


 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata