Serie B, la diciannovesima giornata: tutti i risultati

I risultati degli incontri validi per la 19/a giornata di Serie B. Foggia-Verona 2-2, Ascoli-Crotone 3-2, Cittadella-Palermo 0-1, Cremonese-Perugia 4-0, Salernitana-Pescara 2-4, Venezia-Carpi 1-1, Livorno-Padova 1-1, Spezia-Lecce 1-1

Ascoli-Crotone 3-2
Con un'incredibile rimonta da 0-2 a 3-2 l'Ascoli supera in pieno recupero il Crotone e torna a vincere dopo quattro partite nella gara valida per la 19/a giornata di Serie B. I marchigiani salgono così a centro classifica, con un occhio alla zona playoff, mentre i pitagorici, che in settimana hanno vissuto l'ennesimo ribaltone in panchina con il ritorno di Stroppa al posto di Oddo, restano fermi a 13 - con la quarta sconfitta nelle ultime cinque partite - in piena zona retrocessione. Alla prima occasione Simy sblocca il risultato all'8' al termine di un'azione convulsa. Poco dopo il quarto d'ora arriva il raddoppio: cross dalla destra di Valietti e colpo di testa vincente di Firenze. Gli ospiti si divorano il tris in un paio di occasioni, ma al 43' i padroni di casa hanno un sussulto con Addae e Beretta, che centrano due traverse. I bianconeri sono in crescita e nella ripresa al 2' Brosco accorcia le distanze con un tiro al volo. L'Ascoli spinge e al 43' trova il pari con Beretta, che approfitta di una incomprensione tra Festa e Cuomo per siglare il 2-2. Il Crotone è alle corde e in pieno recupero arriva la beffa finale: Ganz si presenta solo davanti al portiere e fa esplodere di gioia il 'Del Duca'. Poi viene espulso, ma il risultato non cambia più.

Cittadella-Palermo 0-1
Seconda vittoria consecutiva del Palermo, che chiude in testa il girone d'andata del campionato di Serie B battendo 1-0 al 'Tombolato' il Cittadella nella gara valida per la 19/a giornata. Secondo stop pesante invece per i veneti, che non vincono da cinque gare e perdono quota pur restando in zona playoff. Nel primo tempo sono proprio i ragazzi di Venturato a farsi preferire: ci provano sia Finotto che Panico senza fortuna. I rosanero crescono alla distanza, ma Paleari è provvidenziale su Chochev e Trajkovski. Nella ripresa al 6' Falletti sblocca il risultato complice un errore di Iori, che si fa sottrarre il pallone da Trajkovski subito prima del gol. I siciliani serrano i ranghi e il Cittadella non riesce più a impensierire il portiere fino al triplice fischio finale.

Cremonese-Perugia 4-0
Poker della Cremonese al Perugia. I lombardi grazie a un gran primo tempo si impongono allo 'Zini' e tornano a vincere dopo tre sconfitte di fila nella gara valida per la 19/a giornata di Serie B. Si interrompe invece dopo cinque risultati utili consecutivi la striscia positiva degli umbri. Terranova sblocca il risultato al quarto d'ora con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Neanche il tempo di reagire che il Perugia incassa il raddoppio, da parte di Piccolo, con una splendida volée che finisce all'incrocio. La Cremonese insiste e al 36' cala il tris con la zuccata di Castrolli, su assist dello stesso Piccolo. Il Perugia alza bandiera bianca e nella ripresa incassa anche il poker finale, ancora di Castrovilli, al termine di una bella azione personale conclusa con un tiro a giro all'angolino.

Salernitana-Pescara 2-4
Seconda vittoria di fila per il Pescara, che supera in trasferta in rimonta la Salernitana, che avanti due gol si fa rimontare fino al 4-2 finale nella gara valida per la 19/a giornata di Serie B. Gli abruzzesi salgono così al secondo posto, a cinque lunghezze dalla capolista Palermo, a 32 punti, mentre i campani - al terzo stop in cinque partite - restano fermi a 24. Partenza sprint degli uomini di Gregucci, avanti al 13' con un colpo di testa di Pucino sulla punizione battuta da Vitale. Dopo un gol annullato al Pescara a Gravillon, al 36' i padroni di casa trovano il raddoppio, su rigore, con Vitale. Fiorillo intuisce ma la palla finisce ugualmente in rete. Gli ospiti tuttavia sono vivi e accorciano le distanze dopo appena un minuto con Mancuso. Nella ripresa esce solo una squadra dagli spogliatoi: il Pescara. Che al 7' pareggia i conti con Scognamiglio e al 15' mette la freccia con la rete del sorpasso di Mancuso, a segno di testa in tuffo. Il palo colpito da Marras al 18' consente alla Salernitana di restare in partita, ma al 35' ancora lo scatenato Mancuso cala il poker (con tanto di tripletta personale) con un tiro a giro di sinistro.

Venezia-Carpi 1-1
Un punto per parte che comunque muove la classifica verso la salvezza. Venezia e Carpi si spartiscono la posta in palio (1-1) nel match del 'Penzo' valido per la 19/a giornata del campionato di Serie B. La squadra di Zenga respira dopo due sconfitte di fila e sale a quota 21, mentre gli emiliani avanzano a 17, in zona playout. Sono gli ospiti a portarsi in vantaggio al 20' con Suagher, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, la cui zampata supera Vicario. In avvio di ripresa arriva la reazione veemente dei padroni di casa, che dopo un paio di tentativi di Litteri e Segre, produce l'1-1. E' Litteri a firmarlo su calcio di rigore concesso per un fallo di mano su Jelenic. La squadra di Zenga preme per portare a casa l'intera posta in palio: Colombi salva i suoi con un doppio miracolo su Di Zennaro e Vrioni, poi, nel finale, dice no anche a Modolo. La gara si chiude così sull'1-1. azn 301812 Dic 2018

Benevento-Brescia 1-1
Termina in parità la sfida d'alta classifica valida per la 19/a giornata di Serie B tra Benevento e Brescia. Al 'Vigorito' finisce 1-1 con un botta e risposta nella ripresa. I lombardi salgono così a 32 punti, al secondo posto insieme al Pescara, mentre i campani avanzano a 29, in coabitazione con il Lecce. Grande equilibrio nel primo tempo: Bisoli ci prova in avvio con un tiro dalla distanza respinto da Montipò, i padroni di casa vengono fuori alla distanza e si rendono pericolosi con Improta e, soprattutto, Insigne, vicino all'1-0 con un sinistro insidioso fuori di un nulla. Nella ripresa nel giro di sei minuti arrivano i gol. E' il Brescia la squadra a portarsi avanti al 28' con un sinistro di prima di Torregrossa. Immediata la replica dei sanniti, che in maniera fortunosa al 34' trovano il pari grazie all'autorete di Cistana, che beffa il proprio portiere Alfonso con una chiusura errata.

Livorno-Padova 1-1
Finisce in pareggio (1-1) lo scontro salvezza tra Livorno e Padova valido per la 19/a giornata di Serie B. I toscani infilano il terzo pareggio nelle ultime quattro partite e salgono a 15 mentre i veneti, sempre ultimi con 12 punti, interrompono una striscia di cinque sconfitte consecutive. Entrambe le squadre vanno a caccia dei tre punti e non si risparmiano fin dai primi minuti: Diamanti ci prova da una parte, Clemenza dall'altra. Gli ospiti sono più insidiosi alla lunga e nel recupero passano in vantaggio proprio con Clemenza, il cui tiro deviato mette fuori causa Mazzoni. Nella ripresa il copione si inverte: sono i labronici ad attaccare con maggiore insistenza: Merelli salva sul colpo di testa di Bogdan. Al 32' però arriva il pareggio. Contessa tocca di mano in area il cross di Porcino, dal dischetto Diamanti non sbaglia. Nel finale sono i padroni di casa a sfiorare il sorpasso, ma Giannetti spreca da due passi.

Foggia-Verona 2-2
Il Foggia costringe il Verona a un pareggio nel lunch match della 19/a giornata del campionato di Serie B. Allo 'Zaccheria' finisce 2-2: i pugliesi, sempre in zona retrocessione, tornano a muovere la classifica dopo due sconfitte consecutive salendo a 13 punti, mentre i veneti salgono a 30, momentaneamente al terzo posto in solitaria. Dopo un gol annullato a Pazzini al 6', l'attaccante può esultare al 14' con un gol da centravanti navigato, avventandosi sulla palla respinta da Noppert sul tiro di Lee. Alla mezzora però gli ospiti trovano il pari: Caracciolo respinge male il cross di Zambelli, Mazzeo ne approfitta e firma l'1-1. Al 44' di nuovo avanti l'Hellas: questa volta è Lee a segnare a porta sguarnita dopo un'uscita a vuoto di Noppert. Nella ripresa i padroni di casa spingono alla ricerca del pari. Ci prova Iemmello, a cui viene annullato anche un gol. Il Foggia ha anche un calcio di rigore, ma dagli undici metri Silvestri ipnotizza Iemmello. Non basta però agli scaligeri per evitare il 2-2, che arriva al 28' con un bolide da fuori di Gerbo imprendibile per Silvestri. Nel finale sono i pugliesi a sfiorare il colpaccio ma il risultato non cambia più. 

Spezia-Lecce 1-1

Spezia e Lecce non si fanno male. Finisce 1-1 il posticipo del campionato di Serie B giocato allo stadio 'Alberto Picco'. I padroni di casa passano in vantaggio al 13' con un rigore segnato dal centrocampista di scuola Roma, Matteo Ricci, che spiazza Vigorito. Gli ospiti di Fabio Liverani riaddrizzano la partita al 68' con un colpo di testa di Scavone su cross di Venuti. Le due squadre restano in zona playoff dopo la gara valida per la 19esima giornata: i salentini quinti a quota 30, a -7 dalla capolista Palermo e a +4 sui liguri, al settimo posto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata