Serie B, campo "indecente", l'arbitro non fa giocare Cosenza-Verona
Serie B, il direttore di gara non ha ritenute "accettabili" le condizioni del manto erboso e le righe appena tracciate

Cosenza-Verona, gara valida per la seconda giornata di Serie B in programma oggi alle 18, "non sarà disputata a causa della decisione assunta dal Direttore di gara che non ha ritenuto praticabile il terreno gli gioco in alcune zone del manto erboso". Lo comunica il club neopromosso nella serie cadetta in una nota sul proprio sito ufficiale, invitando i sostenitori "ad allontanarsi dall'impianto".

Surreale quanto accaduto a Cosenza, dove le migliaia di tifosi accordi allo stadio Marulla per celebrare il ritorno in B della compagine calabrese sono rimasti all'esterno dell'impianto in attesa di una decisione. Dopo una serie di sopralluoghi, però, l'arbitro, Fabio Piscopo, non ha ritenuto adeguato il terreno di gioco con il manto erboso sistemato solo da pochi giorni e le linee del terreno realizzate in tutta fretta solo poche ore prima dell'ingresso in campo delle squadre per il riscaldamento. Adesso il Cosenza rischia la partita persa per 0-3 e la penalizzazione di un punto in classifica. I diecimila spettatori accorsi al "marulla" per festeggiare il ritorno del Cosenza in B, hanno preso mestamente la strada di casa.

Il problema era emerso nelle scorse settimane. Il campo andava rizollato ma sembra l'amministrazione comunale si sia mossa in ritardo e che il lavoro, iniziato ai primi d'agosto, sia stato concluso pochi giorni fa. La Federazione ha rimesso la decisione all'arbitro. Prima della gara c'è stato un controllo effettuato da un commissario Fgci. Il verdetto è stato positivo, ma il parere del signor Piscopo è stato diverso e decisivo.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata